Martedì, 30 Settembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Gaza: bombardamento di un'altra scuola delle Nazioni Unite provoca condanna e disapprovazione

1609722 10152644248155820 6106544356280211429 n

 31 LUG: Ieri mattina, alcune bombe hanno colpito un’altra scuola delle Nazioni Unite, uccidendo molte persone, tra cui bambini. Gli alti funzionari delle Nazioni Unite hanno fermamente condannato gli attacchi e messo in guardia la popolazione civile.

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon ha dimostrato la sua profonda disapprovazione durante la visita ufficiale a San Jose, in Costa Rica, affermando che ‘Non c’è nulla di più vergognoso che attaccare bambini addormentati. Condanno quest’attacco con la massima fermezza. È scandaloso. È ingiustificabile. Esigo responsabilità e giustizia’.

‘Un affronto a tutti noi; una fonte di vergogna universale’ concorda Pierre Krähenbühl, Commissario Generale dell’UNRWA - l'agenzia per i profughi palestinesi. ‘Invito la comunità internazionale a prendere atto della situazione, affinché si ponga fine a questa carneficina continua’, ha aggiunto.

Il Vice Segretario Generale dell’ONU, Jan Eliasson, ha esortato a considerare “gli esseri umani” prima di tutto in modo tale che i civili non paghino il prezzo di un orrore simile. Del personale ONU, almeno sei membri sono stati uccisi a Gaza fin dall’inizio dell’ultimo conflitto.

Il coordinatore speciale, Robert Serry, è profondamente preoccupato per le violazioni commesse e condanna la perdita di vite civili, compreso il personale delle Nazioni Unite.

Ieri, l’UNRWA ha denunciato la presenza di diversi razzi in una delle scuole e ha annunciato l’inizio di un’indagine. Parlando ai giornalisti, John Ging, Direttore delle operazioni presso l’ufficio per il coordinamento di affari umanitari (OCHA), ha chiarito che i razzi si trovavano nelle scuole abbandonate dall’ONU a causa dell’intensità del conflitto. Inoltre, ha assicurato che quando l’UNRWA è in controllo di una scuola, essa è priva di armi’.

Infine, l’attacco alle scuole è stato condannato fermamente anche dall’inviato speciale dell’ONU per l’istruzione globale, Gordon Brown che ha sottolineato come le ‘scuole non dovrebbero essere prese di mira, né diventare un deposito di armi’.

Nella conferenza stampa del 30 luglio, il Sig. Ging ha aggiunto che i Palestinesi in Gaza hanno ‘una paura mortale e sono coinvolti in un dramma in cui viene detto loro di fuggire dalle zone sotto attacco. Ma a differenza dagli altri conflitti, la popolazione Palestinese non può attraversare le frontiere’, ribatte.

John Ging ha inoltre ricordato le numerose sfide umanitarie, poiché oltre il 70 per cento della popolazione di Gaza ha bisogno di assistenza costante di cibo, acqua, riparo e servizi igienico-sanitari.

Valerie Amos, Vice-Segretario Generale per Coordinamento degli affari umanitari (OCHA) afferma quanto detto ‘Dato il deterioramento della situazione umanitaria e le crescenti necessità dei civili coinvolti’.

Giornata Internazionale dell'Alfabetizzazione

Giornata internazionale dell'alfabetizzazione

In occasione della Giornata internazionale dell'alfabetizzazione, UNRIC, in collaborazione con '7 miliardi di altri' vi propone il video.

Video della settimana

L'ONU porterà la visione di un mondo libero dalla fame a Expo Milano 2015, attraverso la "Zero Hunger Challenge", dimostrando ai visitatori come sia possibile sconfiggere la fame nel corso della nostra vita, come questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme e come possono e devono essere parte della soluzione. Ecco il video.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner