Giovedì, 27 Novembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Inaugurazione presso la sede UNESCO della “Ocean and Climate Platform 2015” in occasione della Giornata mondiale degli oceani

UNESCO image

"Insieme possiamo proteggere l'oceano"; questo sarà lo slogan di quest’anno per le celebrazioni dell’8 giugno, Giornata mondiale degli oceani. Il 10 giugno, presso la sede UNESCO a Parigi, ci sarà il lancio della “Ocean and Climate Platform 2015”, piattaforma che riunirà comunità scientifica e società civile allo scopo di porre gli oceani al centro del dibattito internazionale sul cambiamento climatico.

La piattaforma sarà inaugurata alla luce della conferenza degli stati parte della convenzione delle Nazioni Unite sul clima cambiamento (COP21) che si svolgerà a Parigi dal 30 novembre all'11 dicembre 2015 e tenterà di raggiungere un nuovo accordo internazionale sul clima, volto a limitare e mantenere sotto i due gradi centigradi, il riscaldamento globale.

Lanciata congiuntamente da diversi enti di ricerca, ONG e dalla Commissione oceanografica intergovernativa dell'UNESCO, la piattaforma contribuirà ai dibattiti che si svolgeranno all’interno del COP21 a proposito dell'interazione vitale tra clima e oceano. I negoziatori devono essere consapevoli degli effetti dei cambiamenti climatici sugli oceani. Infatti, fino ad ora, i negoziati sul clima si sono concentrati principalmente sulle emissioni di carbonio delle attività umane, sul ruolo delle foreste nella cattura e stoccaggio della CO2, e le misure di adattamento al cambiamento climatico. L'impatto sugli oceani è stato preso in considerazione solo marginalmente.

Tuttavia, gli oceani sono la principale fonte di ossigeno del mondo. Ecco perché svolgono un ruolo altrettanto importante di quello delle foreste nel servire come "polmone" del pianeta. Inoltre, assorbono anche più di un quarto delle emissioni di carbonio prodotte dagli esseri umani - ciò significa che giocano un ruolo cruciale nella regolazione del clima. L'aumento delle emissioni di CO2 - che acidificano l'oceano - insieme allo sfruttamento delle risorse marine e l'inquinamento, sta riducendo la capacità degli ecosistemi marini di adattarsi ai cambiamenti climatici.

Alle ore 9 del 10 giugno, si terrà una conferenza stampa presso la sede dell’UNESCO per spiegare come funziona la piattaforma, cosa cerca di conseguire e illustrare la collaborazione in corso tra l'UNESCO e il governo francese in preparazione del COP21. Tra i partecipanti ci saranno la direttrice generale di UNESCO, Irina Bokova; l’ambasciatore francese e delegato permanente presso l'UNESCO, Philippe Lalliot; Roman Troublé, Segretario generale di “Tara Expedition” e rappresentante delle organizzazioni non-governative coinvolte nella piattaforma e Françoise Gaill, direttrice di ricerca presso il “Centre National de Recherche Scientifique” (CNRS).

In questa Giornata Internazionale per la Tolleranza ,16 Novembre 2014, il Progetto '7 Miliardi di Altri' vi propone il video seguente.

Video della settimana

Ecco il video presentato da "Momentum for Change" su iniziativa dell' UNEP intitolato "Climate Heroes: Stories of Change".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner