Lunedì, 24 Novembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Giornata Mondiale della Sicurezza e della Salute sul Lavoro - Intervista a Patricia O'Donovan, Direttrice dell'ITCILO di Torino

Patricia ODonovan

25 APR: In occasione della Giornata Mondiale della Sicurezza e della Salute sul Lavoro, UNRIC Italia ha intervistato Patricia O’Donovan, Direttrice dell’ ITCILO di Torino (International Training Centre of the ILO – Organizzazione internazionale del lavoro).

Domanda: Cos’è l'ILO? Che cosa fa?

Risposta: L'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), con sede a Ginevra e oltre 50 uffici in tutto il mondo, è una delle principali agenzie specializzate delle Nazioni Unite. Fondata nel 1919 dal Trattato di Versailles, è l'unico ente della Società delle Nazioni che sia stato ripreso nell’architettura delle Nazioni Unite. Siamo quindi molto orgogliosi della storia dell'OIL e celebreremo il nostro 100° anniversario nel 2019. Il mandato dell'ILO copre l’intero spettro del mondo lavorativo. L’ILO stabilisce le norme internazionali del lavoro che hanno un ruolo determinante nell’elaborazione delle legislazioni nazionali per tutti gli aspetti del lavoro. La maggior parte delle legislazioni nazionali su temi legati al lavoro ha infatti radice nelle convenzioni dell'ILO, anche se questo è meno pertinente oggi per gli Stati membri dell'Unione Europea, che tendono a seguire le direttive europee in materia. L'ILO ha anche un ampio mandato nel campo della giustizia sociale. La prima frase del preambolo della sua Costituzione dichiara che: "Una pace universale e duratura può essere attuata solo se è basata sulla giustizia sociale."L’ILO è l’unica agenzia delle Nazioni Unite con una struttura tripartita: nel suo Consiglio di amministrazione, le organizzazioni di imprenditori e di lavoratori hanno la stessa voce dei governi nel formulare le politiche e i programmi. L'idea di coinvolgere gli attori economici in un’istituzione che stabilisce le norme internazionali deriva dal contesto storico della sua creazione ed è legata a quanto stava accadendo in campo politico a quell’epoca.

Domanda: Qual è il ruolo del Centro di Torino?

Risposta: La funzione principale del Centro Internazionale di Formazione dell'ILO è di fornire formazioni e programmi per lo sviluppo delle capacità istituzionali dei costituenti dell'OIL. Qui accogliamo rappresentanti dei governi e delle organizzazioni di lavoratori e di imprenditori di tutto il mondo, affinché possano condividere le proprie esperienze e conoscenze sui diversi aspetti del mondo del lavoro. Il campus è l'unica struttura residenziale all'interno del sistema delle Nazioni Unite. Nel 2013, abbiamo organizzato 497 attività di formazione per circa 14.000 partecipanti provenienti da 186 paesi; di queste, circa 300 sono state realizzate in diverse regioni del mondo. Il Centro è anche la sede della Turin School of Development (TSD), che propone programmi di master e post-laurea in collaborazione con l'Università di Torino e altre agenzie delle Nazioni Unite. Questo è un aspetto importante del nostro ruolo. La reputazione internazionale della TSD sta crescendo, in particolare nel campo degli studi sullo sviluppo. Uno dei programmi di master riguarda la sicurezza e la salute al lavoro.

Domanda: Che cosa fa concretamente l’ILO su questo tema?

Risposta: L’ILO ha molte azioni in questo campo, quella più importante è l’adozione di norme internazionali sulla sicurezza e la salute sul lavoro. Le norme internazionali hanno un ruolo determinante nell’elaborazione delle legislazioni nazionali per tutti gli aspetti del lavoro: dai congedi di maternità alla protezione dei migranti. Queste norme possono essere convenzioni oppure raccomandazioni. Le convenzioni, una volta ratificate, sono trattati internazionali con valore vincolante per i paesi membri dell’ILO, mentre le raccomandazioni non sono vincolanti e sono suggerimenti da tenere in conto per progredire nell’ambito sociale e del lavoro. Un sistema di monitoraggio permette di verificare l’effettiva applicazione da parte degli Stati membri delle norme ratificate. Ad oggi, l’ILO ha adottato oltre 189 convenzioni e 202 raccomandazioni che coprono l’intero spettro del mondo lavorativo, dei quali più di 40 norme sono sulla sicurezza e la salute sul lavoro, essendo uno dei temi di rilievo di cui l’Organizzazione si occupa. Altre attività in questo campo sono la cooperazione e assistenza tecnica ai paesi attraverso di progetti e missioni di consulenza tecnica, ad esempio, l’ILO fornisce assistenza nella creazione delle legislazioni sulla salute e sicurezza sul lavoro; aiuta nello sviluppo delle istituzioni che si occupano di questo tema; fa formazione per sviluppare le competenze dei responsabili delle istituzioni; ed elabora strumenti (documenti) che aiutano i vari paesi nell’implementazione delle sue convenzioni. Oltre a ciò, essenziale è il lavoro di sensibilizzazione dell’ILO nello sviluppare la consapevolezza delle autorità nazionali competenti in questo settore.

Domanda: Che cosa fa il Centro in quest’ambito?

Risposta: Nel campo della sicurezza e della salute sul lavoro il Centro di formazione dell’ILO a Torino organizza corsi sulla gestione della SSL nelle aziende, sia con carattere generale sia a livello specifico settoriale (edilizia, porti, agricoltura, ecc.); fa corsi per gli ispettori e per i rappresentanti sindacali e per gli imprenditori; organizza altresì corsi per l’elaborazione di legislazioni, politiche e strategie nazionali sulla sicurezza e la salute sul lavoro. ecc. In collaborazione con l’Università di Torino, da 8 anni, il Centro di formazione organizza un Corso di Master per partecipanti dei paesi in via di sviluppo. 

Domanda: Cosa si può fare concretamente per evitare gli incidenti sul lavoro?

Risposta: Si possono e si devono fare tante cose. Secondo la strategia globale in materia di sicurezza e salute sul lavoro adottata alla 91° sessione della Conferenza Internazionale del Lavoro nel 2003, i pilastri fondamentali di una strategia globale in materia di SSL comprendono: la costruzione e manutenzione di una cultura preventiva di sicurezza e salute sul lavoro e l'introduzione di un approccio sistema alla gestione della SSL a livello nazionale. Una cultura preventiva nazionale della sicurezza e della salute è ad esempio il diritto ad un ambiente di lavoro sicuro e sano e rispettato a tutti i livelli: idealmente, i governi, i datori di lavoro e i lavoratori dovrebbero partecipare attivamente a garantire un ambiente di lavoro sicuro attraverso un sistema di diritti, responsabilità e doveri definiti e dove al principio di prevenzione è accordata la massima priorità.  Il mantenimento di una cultura di prevenzione di sicurezza e salute richiede l'uso di tutti i mezzi disponibili per aumentare la consapevolezza generale, la conoscenza e la comprensione dei pericoli e dei rischi e di come possono essere evitati o controllati. La Convenzione n°155 adottata dall'ILO nel 1981 identifica le funzioni e gli elementi essenziali che un sistema nazionale SSL dovrebbe mettere in atto per uno sviluppo adeguato e per il continuo miglioramento della prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali molto importanti (legislazione, vigilanza e l’applicazione delle norme; informazione e formazione; assistenza tecnica ). L’ILO sostiene i paesi membri nello sviluppo di tutti gli elementi e le funzioni citate e raccomanda l'applicazione di un approccio sistemico per la gestione del tema SSL a livello nazionale. Tale approccio è già stato adottato con successo a livello aziendale (secondo le linee guida ILO sui sistemi di gestione della SSL ( ILO - OSH 2001).

In questa Giornata Internazionale per la Tolleranza ,16 Novembre 2014, il Progetto '7 Miliardi di Altri' vi propone il video seguente.

Video della settimana

Ecco il video presentato da "Momentum for Change" su iniziativa dell' UNEP intitolato "Climate Heroes: Stories of Change".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner