Giovedì, 02 Ottobre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Giornata internazionale della donna - Intervista a Simone Ovart, Presidente del Comitato Nazionale UN Women Italia onlus (7 marzo 2014)

Simone Ovart

Le Nazioni Unite hanno dichiarato l’ 8 marzo Giornata Internazionale della donna nel 1975, in occasione dell' Anno internazionale delle donne. Due anni dopo, nel dicembre 1977, l'Assemblea Generale ha adottato la Risoluzione istitutiva della Giornata Internazionale per i Diritti delle Donne e la Pace Internazionale, da osservarsi negli Stati membri in qualsiasi giorno dell'anno, conformemente alle proprie tradizioni storiche e nazionali.

UNRIC Italia ha scelto di portare l'attenzione del pubblico italiano su questo tema chiedendo il contributo di Simone A. Ovart, Presidente del Comitato Nazionale UN Women Italia onlus.

 

DomandaCome nasce UN Women e cos’è il Comitato Nazionale Italia per UN Women?

Risposta:La creazione di UN Women, Agenzia delle Nazioni Unite per l’Uguaglianza di Genere e l’Empowerment Femminile, viene votata all’unanimità il 2 luglio 2010 dall’Assemblea Generale dell’ONU, mentre diviene ufficialmente operativa il 1 gennaio 2011. La nascita di questa nuova Agenzia rientra in un progetto vasto, consistente nel riformare l’Agenda delle Nazioni Unite, unendo risorse e mandati per un impatto più decisivo.

UN Women nasce infatti dalla fusione di quattro organismi distinti, facenti parte del sistema delle Nazioni Unite e dedicate esclusivamente alla promozione dell’uguaglianza di genere e dell’empowerment femminile. UN Women promuove il cambiamento per donne e ragazze su scala internazionale. La sua creazione offre una storica opportunità per avviare il progresso delle donne e delle società, in quanto agisce sulla base di un assunto fondamentale: le donne e le ragazze di tutto il mondo hanno il diritto di vivere libere da discriminazioni, violenza e povertà. L’uguaglianza di genere diventa in tal senso un fattore di sviluppo fondamentale.

UN Women copre oggi due ruoli principali: sostiene gli organismi intergovernativi quali la Commissione sullo Status delle Donne nell'elaborazione di politiche, standard e norme internazionali ed affianca gli Stati Membri nell'applicazione di tali misure, garantendo dove necessario il supporto tecnico e finanziario richiesto, dando vita ad efficienti collaborazioni con la società civile.

Proprio alla luce di tale mandato universale si inserisce il Comitato Nazionale Italia per UN Women, un’organizzazione indipendente, no profit, che supporta la mission di UN Women: l’uguaglianza sociale, politica ed economica delle donne e delle ragazze di tutto il mondo. Il Comitato Nazionale Italiano si impegna ogni giorno a sensibilizzare la società sulle questioni di genere, collaborando con le istituzioni e la società civile.

 

Domanda: Quali sono i problemi di genere insoluti e le aree di intervento?

Risposta:Le disuguaglianze tra uomini e donne costituiscono una significativa violazione dei diritti umani; altresì, esse determinano degli effetti negativi sul sistema economico nel suo complesso e, pertanto, risultano in una sottoutilizzazione del capitale umano. Le principali barriere all’eguaglianza di genere  possono essere di tipo pratico, tra cui la possibilità di fruizione di servizi per quanto concerne la maternità e la flessibilità lavorativa, ma anche di tipo culturale, includendo l’esistenza di norme sociali discriminanti e limitanti la mobilità sociale. 

Negli ultimi vent’anni si è assistito ad un rapido mutamento culturale che ha avuto differenti risvolti positivi concernenti le donne; tuttavia, una certa continuità degli stereotipi legati al genere è quantomeno evidente. E’ possibile altresì affermare che, se i mutamenti hanno riguardato l’ambiente esterno, significativi cambiamenti in termini di opportunità non sono stati registrati, se non in rari casi. I differenziali salariali, ad esempio, riflettono tuttora una certa rigidità in ogni tipologia occupazionale e in ogni settore: persino nelle occupazioni che richiedono il più alto grado di istruzione, il differenziale salariale tra i generi è evidente.

Le questioni chiave per sconfiggere la diseguaglianza e incrementare l'uguaglianza di genere possono essere così riassunte: migliorare l'indipendenza economica femminile; promuovere l'eguaglianza di retribuzione e l'eguaglianza nel processo decisionale; eliminare la violenza di genere. Come sottolineato tuttavia da diversi esperti nel settore, spesso la nostra società giustifica le violenze contro le donne con frasi e argomenti misogini che indignan,  linguaggi pericolosi e dannosi che umiliano chi subisce violenza e tutelano chi la pratica: “era consenziente, “le donne provocano”, oppure si cerca di sminuire o addirittura ridicolizzare il concetto di femminicidio.

 

Domanda: Perchè è importante una Giornata internazionale dedicata alle donne?

Risposta:Queste brevi considerazioni ci portano a constatare la rilevanza dell'8 marzo come Giornata Internazionale dedicata alla donna. Pur essendo divenuta una ricorrenza quasi consumistica, la festa della donna conserva un vissuto reale, spesso doloroso e significativo. Stabilita dalle Nazioni Unite nel 1977, come "Giornata Internazionale della Donna" deve le sue origini alle proteste delle donne, in particolare in Europa, che chiedevano, all'inizio del 20° secolo, il diritto di voto, il miglioramento delle condizioni di lavoro e parità di genere. E' un giorno in cui le donne sono riconosciute per i loro successi senza riguardo alle divisioni, siano esse nazionali, etniche, linguistiche, culturali, economiche o politiche. E' un'occasione per guardare indietro alle lotte e le realizzazioni del passato, e, soprattutto, per guardare avanti al potenziale e le opportunità che attendono le future generazioni di donne. Ma anche il 19 marzo, l'ultima domenica del mese di febbraio, il 15 aprile e il 23 febbraio sono tra le date chiave per la Giornata internazionale della donna.

Per concludere, tale Giornata dovrebbe essere trascorsa nella riflessione e nel dialogo costruttivo, con iniziative mirate alla sensibilizzazione pubblica. Dovrebbe mantenere viva, da un parte, la memoria storica sulle battaglie vinte a livello sociale, politico ed economico dalle donne, e dall'altra, la lotta contro la discriminazione e l'abuso, argomenti purtroppo ancora molto attuali.

Giornata Internazionale dell'Alfabetizzazione

Giornata internazionale dell'alfabetizzazione

In occasione della Giornata internazionale dell'alfabetizzazione, UNRIC, in collaborazione con '7 miliardi di altri' vi propone il video.

Video della settimana

L'ONU porterà la visione di un mondo libero dalla fame a Expo Milano 2015, attraverso la "Zero Hunger Challenge", dimostrando ai visitatori come sia possibile sconfiggere la fame nel corso della nostra vita, come questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme e come possono e devono essere parte della soluzione. Ecco il video.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner