Mercoledì, 16 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Giornata internazionale della democrazia: rafforzare le voci dei cittadini (15 settembre 2013)

democracy

La democrazia è un valore universale basato sulla libertà dei cittadini di determinare il proprio sistema politico, economico, sociale e culturale e sulla piena partecipazione a tutti gli aspetti della propria vita. Si tratta tanto di un percorso quando di un obiettivo: per raggiungerlo, è necessario il supporto della comunità internazionale, degli organi di governo nazionali, della società civile e dei singoli individui.

È proprio il valore delle voci di questi ultimi che si vuole mettere in risalto in occasione della Giornata internazionale della democrazia di quest’anno, che ricorre domenica 15 settembre: come ricorda anche il Segretario Generale nel suo messaggio, la capacità di ciascun cittadino di esprimere e far valere la propria opinione sull’operato dei governi “rappresenta l’anima stessa della democrazia”.

Al tempo stesso, però, occorre ricordare che non esiste un unico modello di democrazia. È per questo che l’Assemblea Generale, con la risoluzione A/62/7 del 2007 – la stessa con cui veniva istituita la Giornata – ha incoraggiato gli stati membri a mettere in atto programmi nazionali volti alla promozione e al consolidamento di questo fondamentale diritto umano.

Al’interno del sistema ONU, sono numerose le agenzie che lavorano a sostegno della democrazia: tra queste l’UNDP (United Nations Development Programme), l’UNDEF (United Nations Democracy Fund), il DPKO (Deparment of Peacekeeping Operations), il DPA (Department of Political Affairs) e non da ultimo l’OHCHR, l’Alto Commissariato per i Diritti Umani. Esiste infatti un legame indissolubile tra democrazia e diritti umani: se da un lato la libertà di espressione, il suffragio universale e il rispetto di tali diritti sono elementi fondamentali della democrazia, dall’altro lo Stato democratico costituisce l’ambiente ideale per la loro attuazione.

Dal 1988, l’Assemblea Generale ha approvato almeno una risoluzione all’anno su temi legati alla democrazia. Sono però governi e cittadini a dover fare la parte da leone: Ban Ki-moon si è rivolto tanto ai primi, esortandoli ad “ascoltare, rispettare e rispondere adeguatamente alle voci dei loro cittadini”, quanto ai secondi, invitandoli a “riflettere su come usare la propria voce non solo per prendere in mano il proprio destino, ma anche per tradurre i propri desideri e quelli degli altri in un futuro migliore per tutti”.

“Il nostro futuro comune è responsabilità di tutti noi,” ha concluso il Segretario Generale. “Impegniamoci affinché ognuno possa svolgere, e svolga, la propria parte al meglio.”

 

Per saperne di più, clicca qui.

Per leggere il messaggio del Segretario Generale, clicca qui.

 

Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione di alcune Giornate, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure,  sogni, fatiche e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner