Giovedì, 24 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Pillay, Dieng e Welsh sulle armi chimiche in Siria: urge un’indagine ONU (22 agosto 2013)

Navi Pillay

Secondo quanto dichiarato da Navi Pillay, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, le accuse riguardanti il presunto uso di gas nervino contro la popolazione di Damasco sono “incredibilmente gravi” e vanno approfondite con la massima urgenza. “Che siano state utilizzate armi chimiche o meno,” ha precisato Pillay nella sua dichiarazione del 22 agosto, “sembra che ancora una volta in Siria numerosi civili siano stati uccisi in palese violazione del diritto internazionale.”

Al riguardo si sono espressi anche Adama Dieng, Consigliere Speciale del Segretario Generale per la prevenzione del genocidio, e Jennifer Welsh, Consigliere Speciale sulla responsabilità di protezione, condannando con durezza l’impatto “orribile e indiscriminato” delle armi chimiche e ribadendo che non può esistere alcuna giustificazione militare per il loro uso.

I tre funzionari sono concordi nel chiedere al governo siriano di accordare immediatamente alle Nazioni Unite il permesso di investigare in merito.

 

Per leggere la dichiarazione di Navi Pillay, clicca qui.

Per leggere la dichiarazione di Adama Dieng e Jennifer Welsh, clicca qui.

 

 

Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale della Madre Terra, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l'Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure, sogni, sfide e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner