Venerdì, 25 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Siria: la più grave crisi umanitaria dai tempi del genocidio in Ruanda

 

Syria snapshot

Sono quasi 7 milioni i civili che hanno bisogno di assistenza umanitaria in Siria. Le agenzie ONU stanno lavorando senza tregua per fornire loro provviste, cure mediche e servizi di prima necessità, ma violenza, instabilità politica e burocrazia eccessiva rallentano notevolmente la distribuzione degli aiuti: numerose zone sono ancora di difficile accesso, se non addirittura completamente precluse.

Particolare preoccupazione desta anche la questione dei rifugiati. L’Alto commissario delle Nazioni Unite, António Guterres, ha recentemente dichiarato che si tratta della più grave crisi umanitaria dai tempi del genocidio in Ruanda e ha rivolto un appello ai paesi europei affinché si mostrino più generosi e coerenti nei confronti dei richiedenti asilo siriani.

L’infografica dell’OCHA, l’Ufficio delle Nazione Unite per il coordinamento degli affari umanitari, offre una panoramica aggiornata della situazione in Siria, dove gli scontri tra i gruppi di opposizione e i lealisti del presidente Bashar al-Assad, iniziati nel marzo 2011, hanno causato più di 100.000 morti e strappato 6 milioni di persone dalle loro case.

Per saperne di più, clicca qui.

Per vedere l'immagine originale, clicca qui.

 

Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale della Madre Terra, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l'Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure, sogni, sfide e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner