Giovedì, 02 Ottobre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale in occasione della Giornata Mondiale della Salute (7 aprile 2013)

FotoXpostIpertenzione05-04-13

Quest’anno la Giornata Mondiale della Salute riecheggia l’allarme di un assassino silenzioso che colpisce a livello mondiale: l’ipertensione. Un adulto su tre nel mondo si trova in questa condizione, che rappresenta una delle maggiori cause di morte che accomuna paesi ricchi e poveri.

 La pressione alta, causa scatenante delle malattie cardiovascolari, rimane troppo spesso non diagnosticata data la rarità dei sintomi. La buona notizia è che, se identificata in tempo, dei piccoli passi, relativamente semplici, possono ridurre significativamente il rischio di attacchi e scompensi cardiaci e infarti. Per questo motivo le Nazioni Unite esortano tutti gli adulti a tenere la propria pressione sanguigna regolarmente sotto controllo grazie alle competenti strutture sanitarie.

 Uno stile di vita sano può aggiungere anni alle nostre vite. Le prove di ciò sono inequivocabili.  Tagliando il consumo di sale raffinato, seguendo una dieta equilibrata, abolendo il nocivo uso di alcolici, svolgendo una regolare attività fisica, riducendo lo stress ed eliminando il fumo, il rischio di sviluppare un’elevata pressione arteriosa e altre patologie connesse, quali infarti o attacchi di cardiaci, si riduce al minimo.

 Affrontare la pressione alta è fondamentale per sconfiggere le malattie cardiovascolari – una tra le quattro più letali malattie non-trasmissibili.

 Le altre tre - cancro, malattie respiratorie croniche e diabete - sono in crescita ovunque, specialmente nei Paesi a  medio-basso livello di reddito, e in misura crescente tra i giovani. I Paesi più colpiti sono quelli che meno possono permettersi di affrontare le conseguenze sociali ed economiche della perdita di una consistente quota della propria forza lavoro, dovuta a malattie inabilitanti e alla morte. Si tratta degli stessi paesi che non hanno la facoltà di garantire ai propri cittadini un servizio sanitario efficiente.

 Ben venga dunque l’aumento dello slancio che su scala globale si indirizza alle malattie non trasmissibili. Nell’Assemblea Generale del settembre 2011, i Paesi si impegnarono ad agire. Da allora l’Organizzazione Mondiale della Sanità, insieme a numerosi altri partner, ha lavorato per sviluppare un piano globale di azione da indirizzare alle malattie non trasmettibili, avendo come obiettivo il 2020.

 Ridurre l’ipertensione è un elemento strategico in questo piano di azione, ed è qualcosa in cui ognuno di noi può svolgere un ruolo attivo. Occorre essere consapevoli della nostra pressione sanguigna, e contribuire ad aumentare la consapevolezza generalizzata del problema dell’ipertensione.  

 

Per saperne di più clicca qui                                                       

 

 

Giornata Internazionale dell'Alfabetizzazione

Giornata internazionale dell'alfabetizzazione

In occasione della Giornata internazionale dell'alfabetizzazione, UNRIC, in collaborazione con '7 miliardi di altri' vi propone il video.

Video della settimana

L'ONU porterà la visione di un mondo libero dalla fame a Expo Milano 2015, attraverso la "Zero Hunger Challenge", dimostrando ai visitatori come sia possibile sconfiggere la fame nel corso della nostra vita, come questo può essere raggiunto solo se lavoriamo insieme e come possono e devono essere parte della soluzione. Ecco il video.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner