Mercoledì, 23 Aprile 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

10 cose da sapere sulla Fame nel mondo nel 2013

wfp

 

Il Programma Alimentare Mondiale ha pubblicato un elenco delle dieci cose da sapere  sulla fame nel mondo per il 2013.

Lo scopo non è solo fornire dati su quanti al mondo soffrano la fame o quali siano le conseguenze di questo fenomeno sui bambini: l’obiettivo del PAM è anche quello di riaffermare che la fame è un grande problema che oggi può essere davvero risolto.

Attraverso dati raccolti da FAO, UNAIDS e Organizzazione Mondiale della Sanità, il Programma Alimentare Mondiale ha, ad esempio,  rilevato che circa 870 milioni di persone nel mondo non mangiano a sufficienza per essere considerati in stato di buona salute. Questo significa che una persona su otto, nel mondo, ogni sera va a letto affamata. Anche secondo l’OMS, la fame è al primo posto nella lista dei dieci principali rischi per la salute, e causa un numero di vittime maggiore rispetto a quelle causate da AIDS, tubercolosi e malaria messi insieme.

Secondo le stime dell’agenzia delle Nazioni Unite per la valutazione della mortalità infantile (IGME), un terzo di tutte le morti infantili dei bambini sotto i cinque anni d’età, nei paesi in via di sviluppo, è legata al fenomeno della malnutrizione. Benché la FAO stimi che il numero di persone che soffrono di fame cronica sia sceso di 130 milioni nel corso degli ultimi vent’anni, in realtà questo traguardo è stato raggiunto nel biennio 2007/2008, periodo dopo il quale il progresso globale nella riduzione della fame è rallentato.

Per saperne di più e leggere l’elenco completo clicca qui

 

Video della settimana 

Profondamente preoccupato per il deterioramento della situazione della sicurezza nella Repubblica Centrafricana , il Consiglio di Sicurezza ha approvato un'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite per proteggere i civili e facilitare l'accesso umanitario nel paese.

Video della settimana 

In occasione della Giornata internazionale della Madre Terra, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite per l'Europa Occidentale, in collaborazione con la  Fondazione Goodplanet,  vi presenta il  progetto “7miliardi di altri”, dei video-messaggi per comunicare paure, sogni, sfide e speranze dei cittadini di tutto il mondo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner