Sabato, 18 Novembre 2017
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

La cooperazione tra Nazioni Unite e Stati membri è la chiave per un peacekeeping efficace

Il successo del peacekeeping delle Nazioni Unite dipende da un forte rapporto di partenariato tra ONU e Stati membri, hanno affermato i vertici del DPKO (Dipartimento ONU per le Operazioni di Pace).

Secondo Il Vice Segretario Generale per le operazioni di pace, Alain Le Roy, infatti, "Il mantenimento della pace consiste effettivamente in un rapporto di stretta collaborazione, che prevede espressamente non solo il lavoro dei due Dipartimenti, DPKO appunto e DFS (Dipartimento per il supporto sul terreno) e dei nostri colleghi in missione, ma anche quello dei nostri partner all’interno di agenzie, fondi e programmi, e in particolare degli Stati membri ".

Attualmente, 121mila tra militari, forze di polizia e personale civile prestano servizio in quattordici operazioni di pace e una missione politica speciale, guidate dal DPKO. La New Horizon Initiative, (NHI) ha spiegato Le Roy, è stato il punto di riferimento per DPKO e DFS per uno svolgimento più chiaro ed efficiente dei propri mandati. Lanciata nel 2009, la NHI propugna una forma nuova di partenariato globale per il peacekeeping ONU, che includa il Segretariato, i membri del Consiglio di sicurezza, l’Assemblea Generale, gli Stati che forniscono truppe e risorse finanziarie, oltre che altri partner da fuori e dentro il sistema ONU.

Susanna Malcorra, a capo del DFS, ha osservato che il peacekeeping poggia sul principio del partenariato, con particolare riguardo agli sforzi per lanciare efficacemente e poi supportare le operazioni sul terreno. Elemento chiave per ottenere una migliore organizzazione è stata l'attuazione della Global Field Support Strategy (GFSS), lanciata lo scorso anno in risposta alle sfide logistiche e amministrative affrontate dalle Nazioni Unite. Nel corso di cinque anni, la strategia mira a una fase di avvio delle missioni più tempestiva, a un migliore approvvigionamento del supporto fisico alle missioni, e a una maggiore responsabilità e trasparenza nell'uso efficiente delle risorse affidate alle Nazioni Unite dagli Stati membri.

Malcorra ha evidenziato che la strategia si basa su quattro principi chiave, per lo più basati sul principio fondamentale del partenariato, sia all'interno delle Nazioni Unite sia con i principali Stati membri. I principi includono l'ampia consultazione con gli Stati membri, l’ottimizzazione della fornitura di servizi nell'ambito delle risorse esistenti e dei bilanci, una maggiore trasparenza e responsabilità, un forte richiamo all'impegno dei componenti delle missioni civili, militari e di polizia nello sviluppo e nell'attuazione della strategia.

La responsabile del DFS ha concluso affermando che "attraverso questo sforzo si vuole rafforzare la visione che implica che questo processo rappresenta un partenariato tra tutti noi, in vista di una migliore organizzazione e efficienza nel peacekeeping”.

Per saperne di più:

http://www.un.org/apps/news/story.asp?NewsID=37549&Cr=peacekeep&Cr1=

 

SDG POSTER IT UN Artboard Poster

“Together - Rispetto, sicurezza e dignità per tutti”

 La campagna mette in luce i contributi economici, culturali e sociali che migranti e rifugiati offrono ai paesi di origine, transito e destinazione. Inoltre, mira a contrastare la disinformazione e le percezioni sbagliate sull'argomento.

Together Logo

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner