Lunedì, 22 Dicembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale in occasione del lancio del Fondo Centrale per l’Assistenza d’Emergenza

Sono lieto di unirmi a voi oggi in occasione del lancio del rafforzato Fondo Centrale per l’Assistenza d’Emergenza (CERF).

Come sapete, per troppo tempo, l’assistenza umanitaria per le vittime dei disastri è rimasta un processo reattivo, nel quale i fondi di assistenza erano richiesti solo a disastro avvenuto. Questo ha significato che, nonostante le migliori intenzioni, si sono perse vite che potevano essere salvate.

La giornata di oggi segna un cambiamento. Ci incontriamo per lanciare un fondo che è proattivo invece che reattivo. Il CERF fornirà un potenziale di risorse a disposizione per rendere le Nazioni Unite capaci di finanziare sforzi di assistenza immediati dopo un disastro. Farà in modo che, nel campo critico dell’assistenza umanitaria, le Nazioni Unite faranno di più e prima.

L’obiettivo del CERF di avere 500 milioni di dollari di risorse pronte a essere immediatamente utilizzate permetterà alle agenzie di assistenza di mettere in moto un intervento di prima emergenza per salvare vite. Invece di aspettare i lenti processi di stanziamento del denaro, il fondo ci permetterà di utilizzare personale, merci e servizi immediatamente quando la maggior parte delle vite sono in pericolo. Aspetto altrettanto importante: il CERF sarà imparziale. Attraverso questo strumento, sia disastri da prima pagina, sia crisi dimenticate riceveranno aiuti d’emergenza per affrontare le necessità umanitarie di base. Fornirà assistenza e salverà vite ovunque.

Il CERF è certamente prima di tutto uno strumento per il lavoro umanitario d’emergenza. Ma ha implicazioni significative per la lotta contro la povertà e per il nostro conseguimento degli obiettivi di sviluppo del millennio.

Le comunità povere e le economie fragili sono male equipaggiate per assorbire gli shock di disastri naturali e di violenti conflitti.

Fornendo un aiuto tempestivo, il CERF può attivare un’assistenza prima che le crisi vadano fuori controllo, permettendo transizioni più veloci verso la ripresa e la ricostruzione. In questo senso il CERF può aiutare a salvare non solo vite ma anche mezzi di sussistenza; può immunizzare i bambini, nutrire le famiglie e i bestiami e tenere sotto controllo le malattie provenienti dall’acqua.

Questo approccio può rivelarsi particolarmente efficace nei casi di lenti disastri naturali in atto, come la siccità che coinvolge milioni di persone nel Corno d’Africa e dove una tempestiva assistenza potrebbe fermare, se non invertire, la tendenza negativa dei livelli di vita. Per questo, il CERF può aiutarci a mantenere lo slancio per realizzare gli Obiettivi del Nuovo Millennio, specialmente in quelle regioni dove il progresso è più necessario.

Il CERF salverà delle vite e sarà imparziale. E davanti a tutti voi mi impegno affinchè sia trasparente. Grazie ad una piena trasparenza e ad un monitoraggio costante, il CERF istituirà nuovi modelli di responsabilità, non solo nei confronti degli Stati Membri, ma anche del pubblico. Il sito web del CERF riporterà tutte le spese e tutti i risultati conseguiti, a beneficio dell’Assemblea Generale, dei donatori e del pubblico. Avrete modo di vedere come vengono impiegate le vostre donazioni e come esse influiscono sulle vite degli altri.

Naturalmente, per la comunità internazionale, il CERF non è semplicemente un fondo. É una dichiarazione di principio. È la dichiarazione che, in un mondo di abbondanza, non si può scusare la sofferenza superflua ed evitabile. É la dichiarazione che, nonostante le vittime dei disastri possano essere invisibili, queste non vengono dimenticate. É la dichiarazione che la sofferenza in un luogo, è una minaccia per l’umanità in ogni luogo.

É, semplicemente, una dichiarazione di coscienza.

Oggi, nell'incontrarci per muovere le nostre coscienze, il nostro impegno deve portarci a toccare il fondo dei nostri portafogli.

La generosità finanziaria dei paesi più ricchi è critica. Ma permettetemi anche di riconoscere le preziose risorse promesse dai paesi in via di sviluppo.

Riconosco che i finanziamenti sono scarsi e che il vostro contributo al CERF compete con la lotta contro la povertà a casa (? = nei vostri paesi?). Ma la vostra dimostrazione di solidarietà è importante e i vostri contributi sono benvenuti.

Amici,

Il Vertice mondiale dello scorso anno ha portato a molte importanti, anche storiche, decisioni. Ma alcune di quelle decisioni hanno evidenziato un chiaro consenso e un immediato potenziale per salvare vite, quale un CERF operativo. Questo in parte è perché il CERF è stato la prima decisione del Summit ad essere implementata dall'Assemblea Generale. Questo è anche il motivo per cui siamo tutti qui oggi.

Per questo vi esorto ancora una volta ad essere generosi con il vostro sostegno. Ritengo che sarà la prova di uno dei migliori investimenti che abbiate mai potuto fare.

Grazie.


Giornata Internazionale dei Migranti

In occasione della Giornata Internazionale dei Migranti, 18 Dicembre 2014, UNRIC in collaborazione con "7 miliardi di Altri" vi presenta il seguente video. 

Giornata dei Diritti Umani

Ecco il video messaggio dal Segretario Generale delle Nazioni Unite in occasione della Giornata dei Diritti Umani, 10 Dicembre 2014. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner