Martedì, 02 Settembre 2014
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

La Conferenza sui piccoli stati insulari si apre a Port Louis, Mauritius

La Conferenza sui piccoli stati insulari si apre con la richiesta dell’ONU di un maggiore aiuto allo sviluppo

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha aperto la Conferenza sui Piccoli stati insulari in via di sviluppo (SIDS) con una richiesta ai paesi industrializzati di aumentare il livello del loro aiuto finanziario. La Conferenza delle Nazioni Unite, che si tiene a Port Louis, nelle isole Mauritius, ha l’obiettivo di esaminare i progressi compiuti finora nel ridurre i problemi di questi stati, che il Segretario della Conferenza ha invitato a una maggiore integrazione sul piano economico, al fine di aumentarne la capacità di trarre profitto dagli investimenti esteri.

“La dimensione ridotta e remota dei piccoli stati insulari in via di sviluppo continua a porre seri problemi a una corretta distribuzione degli aiuti internazionali così come a un incremento del livello di investimenti esteri”, ha affermato il vice Segretario Generale delle Nazioni Unite, Anwarul Chowdhury, nel discorso di apertura della Conferenza, che durerà cinque giorni.

“Ci sono progetti e programmi che non sono semplicemente praticabili quando sono strutturati in modo troppo specifico. Al contrario, se questi stati integrassero le loro economie in risposta a sfide comuni, molti dei programmi di sviluppo economico, sociale e umano potrebbero rivelarsi effettivi e produrre risultati migliori. In questo senso invito i Paesi insulari in via di sviluppo a accentuare i loro sforzi sulla via di una più rapida integrazione economica regionale.”

La Conferenza, denominata “Incontro internazionale per la revisione decennale del programma d’azione delle Barbados per lo sviluppo sostenibile dei piccoli paesi insulari in via di sviluppo”, ha l’obiettivo di analizzare gli sforzi da essi compiuti per realizzare gli obiettivi di sviluppo del millennio (MDGs), volti a dimezzare la povertà estrema entro il 2015, migliorare il commercio, ridurre l’inquinamento ambientale e affrontare i cambiamenti climatici e i disastri naturali.

Gli organizzatori si attendono duemila partecipanti, tra cui il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, venti Capi di stato e di Governo, 35 Ministri di Stato e i Capi di alcune agenzie del sistema ONU.

In un evento organizzato durante la giornata di apertura congiuntamente dall’Organizzazione mondiale del turismo e dall’Ufficio dell’Alto rappresentante per i paesi meno sviluppati, di terra e insulari, Anwarul Chowdhury ha sottolineato l’importanza del turismo per lo sviluppo di questi paesi. “Il turismo può stimolare altri settori come l’ecoturismo, la gestione delle risorse acquifere e delle zone costiere, lo sviluppo di parchi e aree protette. Il turismo ha un un suo precipuo effetto moltiplicatore sulle vite delle popolazioni coinvolte, con particolare riguardo proprio ai piccoli stati insulari”, ha affermato Chowdury.

Infine, il rappresentante delle Nazioni Unite ha sostenuto con forza l’idea di un ruolo maggiore per le organizzazioni regionali, come una delle modalità chiave per dare concreta attuazione al programma d’azione delle Barbados. “Organizzazioni regionali come il Segretariato della Comunità Caraibica (CARICOM), il Forum delle isole del Pacifico e la Commissione sull’Oceano Indiano sono in una posizione ideale per affronatre e risolvere questioni regionali”.

 

Giornata Internazionale dell'Alfabetizzazione

Giornata internazionale dell'alfabetizzazione

In occasione della Giornata internazionale dell'alfabetizzazione, UNRIC, in collaborazione con '7 miliardi di altri' vi propone il video.

Video della settimana 

In occasione della Giornata mondiale umanitaria, il Centro di Informazione Regionale delle Nazioni Unite per l’Europa Occidentale,  vi presenta il video messaggio del Segretario Generale Ban Ki-moon.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner