l'ONU per la giustizia

Altre iniziative in favore della giustizia e dell'uguaglianza dei diritti

Nel 1945, 750 milioni di persone vivevano in territori sottoposti a un governo straniero. Questo numero è stato oggi ridotto ad 1 milione, in gran parte grazie al ruolo cruciale svolto dalle Nazioni Unite nell’incoraggiare le aspirazioni di questi popoli e nel contribuire ad accelerare la loro indipendenza. Dal 1960, quando l’Assemblea Generale adottò la Dichiarazione per Garantire l’Indipendenza ai Paesi e ai Popoli Coloniali, circa 60 territori in precedenza sottoposti alla dominazione coloniale hanno ottenuto l’indipendenza e si sono uniti all’ONU in qualità di Membri sovrani.

Una campagna condotta dall’ONU, e durata più di 30 anni, ha contribuito a porre fine al sistema della segregazione razziale in Sud Africa conosciuto come apartheid. Nel 1994, una missione di osservazione delle Nazioni Unite verificò lo svolgimento delle prime elezioni aperte a tutte le razze del Paese.

Sin dalla sua fondazione, l’ONU ha lavorato per affermare la fondamentale uguaglianza di tutti i popoli e per contrastare il razzismo in tutte le sue espressioni. Secondo quanto deliberato dall’Assemblea Generale, nel 2001 una Conferenza Mondiale ha esaminato come combattere il razzismo, la discriminazione razziale, la xenofobia e l’intolleranza.


COSA FA L'ONU PER LA GIUSTIZIA...

Diritti Umani

Diritto internazionale

Porre fine all'impunità