L'ONU per la pace

Costruzione della pace

Nel tentativo di riuscire a costruire la pace dopo la guerra, l’ONU sta sempre più spesso intraprendendo attività che si concentrano sulle cause che sono all’origine del conflitto. A tale proposito, l’assistenza allo sviluppo rappresenta un elemento chiave. Lavorando in collaborazione con il sistema ONU, con la partecipazione dei Paesi donatori, dei Governi ospitanti e delle ONG, le Nazioni Unite cercano quindi di favorire il buon governo, di ripristinare legge e ordine, indire elezioni e favorire il rispetto dei diritti umani in nazioni che si battono per superare le conseguenze del conflitto. Al tempo stesso, così facendo, aiutano queste nazioni nella ricostruzione del sistema amministrativo, sanitario, educativo e degli altri servizi collassati a causa dei conflitti.

L’Onu monitora il processo elettorale in Burundi. Qui, gli abitanti locali votano nel referendum per la transizione del Paese nel febbraio 2005

Alcune di queste attività, come ad esempio la supervisione che nel 1989 l’ONU ha prestato alle elezioni in Namibia, i programmi di sminamento in Mozambico e l’addestramento delle forze di polizia ad Haiti, si svolgono nella cornice di un’operazione ONU per il mantenimento della pace e possono proseguire anche dopo la fine dell’operazione stessa. Altre vengono richieste dai Governi - come in Guinea-Bissau, dove l’Onu mantiene un ufficio di supporto per la costruzione della pace.



COSA FA L'ONU PER LA PACE

Disarmo

Pacificazione

Mantenimento della pace

L'ATTIVITÀ DELL'ONU PER LA PACE

... in Africa

... in Asia e nel Pacifico

... in Europa

... nelle Americhe

... nel Medio Oriente