"Verso una Società per Tutte le Età"
ANNO INTERNAZIONALE DELLE PERSONE ANZIANE 1999

PRINCIPI DELLE NAZIONI UNITE PER LE PERSONE ANZIANE



I Principi delle Nazioni Unite per le Persone Anziane sono stati adottati dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 16 Dicembre 1991 con la risoluzione 46/91. I Governi erano incoraggiati a incorporarli nei loro programmi nazionali ogni qual volta era possibile. Qui riassumiamo i punti salienti dei Principi:

Indipendenza

Le persone anziane dovrebbero:

  • avere accesso a cibo, acqua, alloggio, vestiario e assistenza sanitaria adeguati mediante la disponibilità di reddito, sostegno familiare e di comunità e autoassistenza;
  • avere l’opportunità di lavorare o di avere accesso ad altre opportunità che producano reddito;
  • essere in grado di partecipare al processo decisionale sul quando e con quale velocità debba aver luogo l’uscita dalla forza lavoro;
  • avere accesso ad adeguati programmi educativi e di addestramento;
  • essere in grado di vivere in ambienti che siano sicuri e adattabili alle preferenze personali e al modificarsi delle capacità;
  • essere in grado di risiedere nella propria casa fino a quando sia possibile.

Partecipazione

Le persone anziane dovrebbero:

  • rimanere integrate nella società, partecipare attivamente nella formulazione e nella messa in pratica di politiche che influenzino direttamente il loro benessere, e condividere le loro conoscenze e capacità con le generazioni più giovani;
  • essere in condizione di cercare e sviluppare opportunità per servizi alla comunità e di lavorare come volontari in posizioni che siano confacenti ai loro interessi e alle loro capacità;
  • essere in grado di formare movimenti o associazioni di persone anziane.

Assistenza

Le persone anziane dovrebbero:

  • trarre benefici dall’assistenza e dalla protezione della famiglia e della comunità in conformità con il sistema di valori culturali di ciascuna società;
  • avere accesso all’assistenza sanitaria per mantenere o riguadagnare il livello ottimale di benessere fisico, mentale ed emozionale e prevenire o ritardare l’insorgere della malattia
  • avere accesso a servizi sociali e legali per migliorare la propria autonomia, protezione e assistenza;
  • essere in grado di utilizzare livelli appropriati di assistenza istituzionale per avere protezione, riabilitazione e stimoli mentali e fisici in un ambiente umano e sicuro;
  • essere in grado di godere dei diritti umani e delle libertà fondamentali nel caso in cui siano ospitati in una struttura di soggiorno, assistenza o cura, con pieno rispetto della loro dignità, convinzioni, bisogni e privacy e il diritto di prendere decisioni sulla loro assistenza sanitaria e la qualità delle loro vite.

Autorealizzazione

Le persone anziane dovrebbero:

  • essere in condizione di perseguire le opportunità per il pieno sviluppo del loro potenziale;
  • avere accesso alle risorse educative, culturali, spirituali e ricreative della società.

 

Dignità

Le persone anziane dovrebbero:

  • essere in grado di vivere in condizioni di dignità e sicurezza ed essere libere dallo sfruttamento e da abusi mentali e fisici;
  • essere trattati con giustizia senza riguardo per l’età, il sesso, la razza o l’etnia, infermità o condizioni di altro genere, ed essere valutati indipendentemente dalla loro contribuzione economica.

Pubblicato dal Dipartimento delle Nazioni Unite per la Pubblica Informazione

DPI/932/Rev. 1-98-24545-Settembre 1998-40M

Traduzione a cura del Centro di Informazione delle Nazioni Unite (UNIC), Roma



L'invecchiamento della popolazione mondiale
La condizione delle donne anziane
Gettando le basi per l'Anno Internazionale delle Persone Anziane nel 1999
Altre Informazioni